CLAUDIA MANCINOTTI

CLAUDIA MANCINOTTI vive e lavora Roma. Compie studi classici e si diploma in Lingua Italiana a Perugia. Si avvicina al mondo dell’arte, a 12 anni partecipa ad una estemporanea per ragazzi e viene proclamata vincitrice.
Per motivi di lavoro a 26 anni si trasferisce in Grecia dove diviene discepola dei pittori Panagi Gavriellatos e Kristos Levendis. Frequenta il circolo pittorico Greco e rafforza la sua passione e capacità di pittrice. Trasferitasi nel Regno Unito a Londra come imprenditrice ha modo di avvicinarsi allo Stukismo. Si afferma come pittrice internazionale,ed espone in note gallerie in Italia ed all’estero. (Atene, Londra, Berlino, Zurigo, New York ecc.). Claudia Mancinotti artista eclettica esprime la sua arte sia attraverso il Figurativo con uno stile rapportabile alla Transavanguardia sia tramite l’Astrattismo aniconico.Nel figurativo si lascia condurre da una ispirazione espressionista e fauvista. Le opere astratte sono di grandi dimensioni, il suo stile molto originale è caratterizzato da forte cromatismo,i dipinti sprigionano energia e catturano l’attenzione dell’osservatore. Nel 2021 finalista al Premio Vittorio Sgarbi nello stesso anno vince il Premio Amor Roma. Nel 2023 viene insignita del premio Menotti per Larte e per la Letteratura a Spoleto. Riceve dell’Università di Roma La Sapienza Menzione per miglior Astratto nell’ambito del concorso Space One II. Pittrice storicizzata attraverso numerose pubblicazioni in Europa e negli USA in particolare al Museo Metropolitan di New York. Claudia Mancinotti ama integrare l’opera pittorica con la poesia. Finalista al Premio Firenze 2023. Vincitrice del Premio poetico città di Cologna Spiaggia nel 2021,le sue poesie compaiono su varie antologie e periodici di poesia. Mostre personali recenti Eclettismo 2021, Personaggi d’autore 2023.

𝗖𝗼𝗺𝗲 𝗱𝗲𝗳𝗶𝗻𝗶𝗿𝗲𝘀𝘁𝗶 𝗹𝗮 𝘁𝘂𝗮 𝗮𝗿𝘁𝗲?
La mia arte rispecchia il mio percorso di vita cosmopolita, è un’arte che contiene tanti elementi culturali di vari paesi in cui ho vissuto. In brevis è un’arte eclettica ,varia amo spesso cambiare soggetto e tecnica.

𝗖𝗵𝗲 𝘁𝗲𝗰𝗻𝗶𝗰𝗮 𝘂𝘁𝗶𝗹𝗶𝘇𝘇𝗶 𝗲 𝗽𝗲𝗿𝗰𝗵𝗲’?
Ho iniziato classicamente sotto la guida di maestri nati nella prima metà de 900 per questo inizialmente sono stata educata al disegno poi alla pittura ad olio. Oggi uso fondamentalmente l’acrilico e i pigmenti oro ed argento ma anche quelli vegetali i colori delle opere risultano più brillanti soprattutto gli astratti di grandi dimensioni.

𝗗𝗮 𝗱𝗼𝘃𝗲 𝘁𝗿𝗮𝗶 𝗶𝘀𝗽𝗶𝗿𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲?
Gli elementi della mia ispirazione sono assai vari. Spesso emergono da sensazioni e percezioni soprattutto per gli astratti. Per il figurativo invece l’ispirazione è un fatto più concreto un avvenimento drammatico come la guerra ad esempio. Oppure rappresento lo sguardo e l’espressione di volti che mi hanno colpito fino a rimanere impressi nella mia memoria .

𝗧𝗶 𝗼𝗰𝗰𝘂𝗽𝗶 𝗱𝗶 𝗮𝗹𝘁𝗿𝗼 𝗼𝗹𝘁𝗿𝗲 𝗹𝗮 𝗽𝗶𝘁𝘁𝘂𝗿𝗮?
Oltre alla pittura mi occupo di poesia infatti sono anche una poetessa che ha avuto molti riconoscimenti.Forse il più importante è il Premio Menotti per la letteratura a Spoleto Le lettere sono importanti per me ho insegnato all’estero lingua Italiana.

𝗛𝗮𝗶 𝗱𝗲𝗶 𝗽𝗿𝗼𝗴𝗲𝘁𝘁𝗶 𝗳𝘂𝘁𝘂𝗿𝗶?
I miei progetti per il futuro sono legati al mondo artistico culturale anche in senso più lato oltre naturalmente alla ricerca continua nel campo pittorico mi piacerebbe integrare ancor più la pittura con la poesia, accostare questi due linguaggi fondamentali per l’uomo il linguaggio universale che è la pittura e l’arte figurativa e quello scritto tramite la poesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *